Happy Sheep

image

Da quando abbiamo creato Happy Sheep abbiamo sempre avuto a cuore determinati valori.

 

Dal rispetto per gli animali in ogni fase della raccolta del cashmere al fantastico rapporto di collaborazione con i nostri amici nepalesi.

 

Giorno dopo giorno, abbiamo lavorato per migliorare ogni possibile aspetto della nostra avventura in modo da renderla non solo incredibile, ma anche sostenibile.
Per questo siamo orgogliosi di chi siamo oggi: una realtà basata sulla valorizzazione della manodopera Nepalese e della sua tradizione artigianale, in una fabbrica che ha dato lavoro equo e regolamentato a 40 dipendenti, guidati magistralmente dalla nostra Santa Budhathoki.

 

I nostri capi rappresentano la naturale conseguenza dei nostri valori.

 

Il cashmere, prima di tutto. Lo otteniamo spazzolando le capre durante la stagione della muta, in modo da utilizzare la lana che l’animale perde naturalmente.

 

Inoltre lavoriamo con punti maglia calati per garantire il minor scarto possibile di materiale.

 

Il pregio della materia prima unito alle tecniche di lavorazione manuale, fa sì che ogni capo sia fatto per durare generazioni.

 

Un altro passo in direzione di una moda più etica lo abbiamo fatto con il sistema di packaging recentemente adottato, che prevede l’utilizzo di polimeri ricavati dalla canna da zucchero a minimo impatto ambientale.

 

Il nostro percorso parte da lontano. Ma non è finito. Lavoreremo ancora per migliorare e rendere Happy Sheep un brand sempre più sostenibile ed etico.

 

Lasciamo da parte il viola. Dimentichiamo per un attimo magenta e cobalto. Le nostre maglie, anche se vi sembrerà strano, sono tutte verdi.